Agevolazioni fiscali per la fornitura di gas: imposta di consumo (accisa)

Agevolazioni fiscali per la fornitura di gas: imposta di consumo (accisa)

Per le imprese esistono autentiche possibilità di risparmio grazie alle agevolazioni fiscali, definite per aiutare l’economia imprenditoriale a gestire al meglio il proprio business.

L’art. 7, comma 27, del D.L. 3 ottobre 2006, n.262, nasce appunto nel tentativo di agevolare e ridurre i costi sostenuti dalle imprese in materia di fornitura di gas naturale.

Nell’ambito della fornitura di gas naturale l’imposta di consumo definita è l’accisa. L’applicazione delle aliquote viene differenziata in funzione della tipologia di utilizzo del gas metano.

La norma definisce in maniera chiara quali sono le categorie e le tipologie di uso che rientrano nell’applicabilità dell’imposta ridotta. La distinzione da fare riguarda l’attività esercitata presso la sede della fornitura:

  • ATTIVITA’ INDUSTRIALE, ARTIGIANALE O AGRICOLA, il gas naturale viene impiegato in tutte le attività industriali produttive di beni e servizi e nelle attività Artigianali ed Agricole, usi nella Casa di Cura gestita con fine di lucro e qualificabile, pertanto, come impresa industriale alla stregua dei criteri desumibili dall’art. 2195 C.C. (Circolare 26/7/2002 n. 48/D), anche quando non è previsto lo scopo di lucro nelle attività ricettive svolte da istituzioni finalizzate all’assistenza di disabili, orfani, anziani, indigenti, tossicodipendenti limitatamente alle attività artigianali e agricole e presso Strutture Ospedaliere Pubbliche e nelle strutture operative delle aziende dei servizi sanitari delle aziende regionali, come chiarito nella circolare prot. 77415 RU del 30/07/2014 dell’Agenzia delle Dogane, Direzione Centrale Legislazione e Procedure accise e altre imposte indirette usi per il funzionamento del Forno da pane e/o di altre attrezzature dei panificatori (es. pasticcerie, biscottifici), usi negli Impianti sportivi adibiti esclusivamente ad attività sportive dilettantistiche gestiti senza fine di lucro, utilizzato negli stabilimenti di produzione dove vengono introdotte e depositate merci provenienti da altri stabilimenti di società controllate o collegate con quella tritolare della concessine ai sensi dell’art. 2359 C.C., nonché i consumi i consumi relativi ad operazione connesse con l’attività industriale.
  • ATTIVITA’ DI RISTORAZIONE (Ristoranti, Trattorie, Tavole calde, Pizzerie ed esercizi similari)
  • ATTIVITA’ ALBERGHIERA (Albergo, Motel, Hotel, Pensione, Locanda, Campeggio, Villaggio/albergo, Residenza turistico alberghiera, Villaggio turistico, Esercizio di affittacamere, Case vacanze, Alloggio agro turistico, Ostello per la gioventù, Collegio, Convitto)
  • PRODUZIONE DIRETTA O INDIRETTA DI ENERGIA ELETTRICA

  • DISTRIBUZIONE COMMERCIALE (commercio all’ingrosso e al dettaglio, bar, birrerie, vendite per catalogo, vendite tramite televisione o altri sistemi di comunicazione ecc. classificati ai codici ATECOFIN 2004 alla sezione G –codici da 50 a 52.63 con esclusione delle attività di riparazione di cui ai codici da 50.20 a 50.20.5, 50.40.3 e da 52.7, sezione H codice 55.4 e 55.5 attività di somministrazione bevande e sezione I codici 63.11 a 63.12.2 magazzinaggio e comunicazioni)
  • USO AUTOTRAZIONE, il gas naturale relativo al contratto sarà utilizzato esclusivamente per il rifornimento di automezzi alimentati a gas naturale (uso autotrazione);
  • usi nell’ambito della propria attività di FORNITURA CALORE (es.: “gestione calore”, “gestione energetica”, centro commerciale, ecc.) nei confronti di altre ditte.

 

Per richiedere l’agevolazione o per ricevere maggiori chiarimenti è possibile contattare il nostro Servizio Clienti:

  • Numero verde 800944842
  • Mail info@geonordest.it