5 passaggi per aumentare l’efficientamento energetico di un immobile

Ottimizzare i consumi e aumentare l’efficienza energetica di un immobile porta con sé una serie di vantaggi: aiuta a diminuire l’impatto ambientale, preservando le risorse e aumenta le perfomance del tuo edificio, appartamento o casa.

Ma qual è il punto da cui poter partire? La classificazione energetica. Attraverso questo dato si può facilmente risalire al grado di consumo dell’immobile. Più la classe è bassa e più i consumi risultano elevati. Attualmente in Italia, il 97% degli immobili appartiene a una classe energetica inferiore a E.

Per migliorare quindi l’efficientamento energetico, la soluzione è mettere in atto alcuni interventi chiave. Continua a leggere per scoprire tutte le azioni strategiche per migliorare subito le prestazioni energetiche di ogni edificio.

1. Miglioraremento della termoregolazione

Il primo passaggio per abbattere gli sprechi energetici è legato al miglioramento della termoregolazione, attraverso l’installazione di una valvola termostatica.

Grazie al montaggio di questo impianto, e di un riparatore di calore, sarà finalmente possibile impostare le temperature ideali per il proprio comfort. In questo modo si eviterà il dispendio di risorse energetiche, contenendo le spese in base a quanto viene effettivamente consumato.

2. Utilizzo della pompa di calore

La pompa di calore è un sistema utile e super perfomance per aumentare l’efficienza energetica. In classe energetica A++, la pompa di calore riesce a portare l’acqua alla massima temperatura in qualsiasi condizione climatica, sia di giorno che di notte.

Integrata con il sistema di riscladamento attuale, si adatta a ogni situazione. Che tu abbia i termosifoni o il riscaldamento radiante a pavimento, il tuo immobile potrà compiere un importante passo verso il risparmio energetico.

Se deciderai di risparmiare finalmente sui costi in bolletta, potrai inoltre usufruire di importanti agevolazioni fiscali come l’Ecobonus 110%.

3. Installazione dei pannelli solari

Scegliere di installare un’impianto fotovoltaico significa utilizzare energia proveniente da fonti rinnovabili. La sua struttura si compone di due elementi principali:

  • I pannelli fotovoltaici che, posizionati sul tetto, raccolgono l’energia solare e la trasformano in energia elettrica rinnovabile;
  • L’inverter, che tramuta l’energia elettrica prodotta dai pannelli in alternata e quindi utilizzabile per tutte le utenze;

Attraverso questo investimento, i costi della bolletta elettrica potranno diminuire fino al 70%.

4. Scelta di nuovi impianti di riscaldamento

Avere un efficiente impianto di climatizzazione serve per garantire una distribuzione della temparetura più omogenea, assicurando un comfort termico duraturo. Le soluzioni che si possono prevedere spaziano da modelli a monosplit, dualsplit o trialsplit di diverse potenze, caraterizzate da una, due o tre unità interne.

Per funzionare questi sistemi di climatizzazione utilizzano fluidi refrigeranti, come il gas R32 che offre una perfomance ottimale con un basso impatto ambientale.

5. Aumento dell’isolamento termico

Isolare termicamente può incrementare le riduzioni degli sprechi e allo tempo l’abbattimento delle dispersioni energetiche verso l’esterno. E per aumentare l’isolamento termico si può procedere con l’installazione di un cappotto termico. Attraverso questo intervento si migliorarà il comfort abitativo, assicurando una riqualificazione energetica.

Per avere una consulenza gratuita su tutte le attività di efficientamento energetico per la tua azienda o la tua abitazione, contattaci! Saremo felici di definire insieme a te la giusta soluzione per ottimizzare i tuoi consumi.