Come ottenere l’agevolazione fiscale sulla fornitura di energia elettrica aziendale

L’energia elettrica è soggetta a tassazione, allo stesso modo della fornitura di gas metano. Nello specifico all’interno della bolletta elettrica si possono ritrovare due tipologie differenti di tassazione: la prima è legata all’accisa, ovvero l’imposta erariale applicata alla quantità di energia consumata, la seconda è invece l’IVA, ovvero l’imposta applicata sul valore aggiunto.  

 Alcune realtà aziendali però possono ottenere, sulla fornitura di energia elettrica, degli sgravi fiscali, i quali corrispondono ad una agevolazione sia lato IVApari al 10%, sia lato imposta erariale 

Quali sono le realtà che possono ottenere l’agevolazione fiscale sull’energia elettrica?  

 Le aziende che possono richiedere l’agevolazione fiscale sull’energia elettrica sono tutte le imprese che operano nei seguenti settori:  

  • Agricolo; 
  • Estrattivo 
  • Manifatturiero; 
  • Poligrafico ed editoriale.

Inoltre, risultano esentate anche tutte quelle realtà che utilizzano l’energia elettrica per il funzionamento di impianti irrigui, per la gestione e regolamentazione dei sistemi d’irrigazione e dello scolo delle acque.  

E chi può richiedere le agevolazioni fiscali sull’imposta erariale 

Sono escluse dal pagamento dell’accisa tutte quelle imprese che utilizzano l’energia elettrica nei seguenti processi:  

  • Riduzione chimica, corrispondente a tutte quelle reazioni chimiche per cui è presente una cessione di elettroni da un composto ad un altro; 
  • Processi elettrottici, ovvero quell’insieme di procedimenti tecnici ed industriali, in cui risulta esserci una dissociazione elettrochimica in ioni; 
  • Processi metallurgici, tutti quei processi che ricadono all’interno della classificazione DI 27 nella nomenclatura generale delle attività economiche;  
  • Processi mineralogici, tutte quelle attività classificate con il codice DI 26 nella nomenclatura delle attività economiche.

Le agevolazioni fiscali sull’imposta erariale possono inoltre essere estese a tutte quelle realtà aziendali che per produrre i propri prodotti consumano circa il 50% di energia elettrica.  

Come richiedere l’agevolazione fiscale sull’energia elettrica 

Nel caso in cui l’azienda risponda ai criteri elencati precedentemente, il passaggio successivo consiste nella presentazione della richiesta per l’ottenimento dell’agevolazione fiscale. Per farlo è necessario disporre di una dichiarazione scritta da parte del proprio forniture, in cui saranno elencati i dati dellfornitura e la tipologia di agevolazione fiscale richiesta 

In conclusione, quest’ultima dovrà essere corredata da una copia del documento d’identità del richiedente e dal certificato di iscrizione alla Camera di Commercio, presentato in carta semplice.