Perché investire nell’efficientamento energetico?  

La decarbonizzazione è diventata l’obiettivo più importante nelle agende non solo di grandi industrie, ma anche di piccole e medie realtà aziendali. Mai come oggi, infatti, l’attenzione all’energia sostenibile, all’efficienza e al risparmio energetico hanno avuto così ampio spazio ed attenzione, complice anche il caro bollette. 

L’ottimizzazione e l’efficientamento energetico sono diventate le chiavi di volta per poter rendere la propria azienda più performante non solo a livello di produttività, ma anche a livello di abbassamento delle emissioni di CO2 

 

Come migliorare le perfomance energetiche di un’azienda

Rispetto agli altri paesi europei l’Italia presenta una più elevata dipendenza energetica, data dalla scarsità di risorse naturali (come, per esempio, giacimenti di gas naturale) e un rallentamento nell’adozione e nell’investimento in fonti rinnovabili.  

Di conseguenza tutte le piccole e medie imprese italiane dopo un ulteriore rialzo dei prezzi in bolletta, legati anche al conflitto bellico in Ucraina, spendono in media per l’energia il doppio rispetto alle grandi aziende. 

Per poter raggiugere un importante taglio dei costi energetici è quindi necessario puntare ad un approccio diversificato ed efficace nella gestione dell’energia. Come fare quindi nel concreto? Investire in tecniche di ottimizzazione ed efficientamento energetico e metodi di approvvigionamento delle risorse.  

Secondo una ricerca condotta da Centrica Business Solutions, il 41% di aziende che hanno investito in soluzioni di energia locale (chiamate anche energia distribuita) beneficiano già nell’immediato di un’importante riduzione dei costi energetici.  

Ma quali sono i passaggi chiave che una realtà aziendale può introdurre per iniziare fin da subito a ottimizzare il proprio fabbisogno di energia?  

  1. Analizzare i propri consumi e avere un quadro completo di quanta energia è necessaria a sostenere i propri processi produttivi (dall’utilizzo di macchinari, agli impianti di climatizzazione e riscaldamento, fino all’illuminazione). 
  1. Elaborazione di una proposta energetica che possa soddisfare il fabbisogno energetico con attività di riqualificazione e installazione di sistemi di controllo e monitoraggio, per abbattere gli sprechi energetici.

 

Quali sono i vantaggi dell’efficientamento energetico e come sfruttarli al meglio?

La riqualificazione e miglioramento energetici possono avere numerosi risvolti, e vengono categorizzati come interventi trainanti: 

  • Aumento dell’isolamento termico; 
  • Sostituzione degli impianti di climatizzazione con l’utilizzo di pompe di calore alimentata da pannelli fotovoltaici;  

e interventi secondari:  

  • Installazione di pannelli fotovoltaici; 
  • Ricambio di infissi e serramenti; 
  • Installazione di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici; 
  • Batterie di accumulo; 

I vantaggi principali che un’azienda può avere nell’investire in attività e programmi di efficientamento sono numerosi, ma in particolare spiccano: 

  1. Il contenimento delle emissioni di CO2;
  2. Il miglioramento delle prestazioni produttive e finanziare dell’azienda, con il conseguente aumento della qualità dei prodotti e servizi offerti; 
  3. Diminuzione dei costi di manutenzione degli impianti energetici;

Per sfruttarli al meglio e capire quali interventi di riqualificazione adottare affidati ai nostri Referenti energetici, che potranno fornirti una fotografia precisa dei tuoi consumi e studiare insieme un programma di riqualificazione.  

 

Contattaci per prenotare una consulenza gratuita e senza impegno.