Turismo energetico: un trend in crescita?

turismo-energetico

Il turismo energetico è un fenomeno che, in questi ultimi anni, è diventato sempre più popolare. Ma che cosa indica? Semplice, come suggerisce la stessa formulazione, è una pratica messa in atto da alcuni “furbetti della bolletta” che, per evitare di pagare la fattura di luce & gas, “viaggiano” da una fornitura all’altra sempre poco prima dello stacco del contatore.

Il tutto si gioca infatti sullo sfruttare i lunghi tempi di chiusura del PDR (acronimo di Punto di riconsegna, che indica il punto fisico in cui si ritrova il contatore). Questi clienti cambiavano il proprio fornitore, senza saldare le ultime bollette e sottoscrivevano un contratto di luce & gas, con un nuovo e spesso ignaro fornitore.

Se la società di vendita non riusciva a disalimentare il contatore dell’utente prima che quest’ultimo passasse a un nuovo fornitore, il cliente poteva usufruire di una fornitura che non veniva mai interrotta. In questo modo però il “turista energetico” accumulava debiti, per un periodo medio-lungo.

Una piaga quindi, quella del turismo energetico, che ha investito il settore energetico creando un buco pari a ben 4 miliardi nel libero mercato. Un debito che piano piano ha iniziato a gravare sulle spalle di chi invece, puntuale ogni mese, paga le bollette.

Come si è risolto il trend del turismo energetico?

Per fronteggiare questa problematica, l’ARERA (Autorità per l’energia elettrica e il gas) ha introdotto il Sind “Sistema indennitario” in cui, sempre rispettando la privacy dei consumatori, ha fatto in modo che ogni cliente potesse essere classificato sulla base delle sue qualità di pagatore.

Il cliente presenta un identikit che lo segue ovunque, da un fornitore all’altro. Sono dunque finiti i tempi dei contratti energetici mordi e fuggi. Ad oggi, grazie alle nuove disposizione dell’ARERA e dell’introduzione del CMOR in bolletta, il trend del turismo energetico ha conosciuto una battuta d’arresto.

CMOR in bolletta, il nuovo compagno di viaggio del turista energetico

Il CMOR è una voce che, in alcuni casi, può presentarsi nella bolletta. Acronimo di “Corrispettivo di Morosità”, è un indennizzo introdotto dall’ARERA che permette alle società di vendita di luce e gas di recuperare i crediti non riscossi dal cliente.

Il debito quindi che il cliente ha maturato con il vecchio fornitore di luce e gas lo seguirà all’apertura di un nuovo contratto.

Il “Corrispettivo Morosità” è il nuovo compagno di viaggio del cliente, e non pagarlo ha lo stesso peso di non pagare una nuova bolletta, andando quindi ad accrescere l’eventuale debito dell’utente, portando nei casi più estremi alla chiusura della fornitura.

Come funziona con Geo Nord Est?

Nel momento in cui ci viene chiesto di calcolare l’importo CMOR in bolletta, lo inseriamo nella prima fattura utile. Rimaniamo comunque sempre a disposizione del cliente, per comprendere insieme la situazione e chiarire eventuali dubbi.

Per avere maggiori informazioni puoi contattarci al nostro forum di contatto o per un feedback immediato puoi chiamarci al nostro numero diretto 0437 930125.