Tutto quello che le PMI devono sapere sul passaggio al libero mercato

Il processo graduale di transizione dal mercato di tutela al libero mercato per le piccole imprese, iniziato a gennaio 2021, è entrato in una nuova fase dal 1° luglio 2021.

A partire da questa data, tutte le piccole imprese, nonché le microimprese con potenza impegnata superiore a 15 KW che non abbiano già scelto un fornitore nel mercato libero, rientrano automaticamente nell’ambito del servizio a tutele graduali: i loro contratti di fornitura verranno quindi presi in carico da un venditore selezionato con gara secondo quanto definito da dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA).

Ma partiamo dal principio: mercato tutelato e libero mercato sono i due ambiti in cui possono operare gli operatori di luce e gas. La vera differenza tra i due consiste nel prezzo: nel primo caso veniva deciso direttamente dall’ARERA, in quanto autorità amministrativa indipendente preposta a stabilire il prezzo dell’energia di trimestre in trimestre, in base all’andamento del mercato.

Nel secondo caso invece il prezzo viene stabilito direttamente dal fornitore, dando la possibilità al cliente di scegliere l’offerta migliore per profilo di consumo ed esigenze del cliente.

Cosa comporterà questo passaggio?

Anche se scegliere un nuovo partner per la fornitura energetica può essere percepito come un’incombenza indesiderata, può portare numerosi e interessanti vantaggi, specie per il cliente finale:

  1. Il passaggio dal mercato tutelato al libero mercato è gratuito e non comporterà nessun cambiamento a livello di contatore;
  2. Il prezzo dell’energia nel servizio di Maggior Tutela è influenzato dalle fluttuazioni di mercato ed è quindi difficilmente prevedibile, variando ogni tre mesi. Nel libero mercato il consumatore può scegliere se usufruire di tariffe variabili o in situazioni favorevoli di mercato può scegliere di bloccare il prezzo dell’energia per tempi maggiormente lunghi (dai 12 ai 36 mesi).
  3. Il libero mercato permette ai clienti di scegliere il fornitore che maggiormente rispecchia le necessità di ciascuno, e di usufruire di una maggiore personalizzazione delle tariffe rispetto ai profili di consumo.
  4. Passare al libero mercato offre anche la possibilità di stipulare un contratto dual fuel, ossia di richiedere una fornitura congiunta di luce & gas per ottimizzare la gestione con un unico fornitore.

Ma quale sarà lo scenario futuro?

Si auspica che il passaggio dal mercato tutelato al libero mercato, che andrà a cambiare lo scenario dei prezzi, offrirà offerte di luce e gas molto più competitive.

Con questo scenario tutte le piccole e medie imprese potranno avere nel mercato libero l’opportunità di trovare il giusto partner per supportare tutte le esigenze energetiche della propria azienda.

La soluzione migliore per usufruire delle offerte energetiche più vantaggiose nasce innanzitutto dalla conoscenza del fabbisogno energetico della propria impresa, unita all’opportunità di poter gestire in un’unica fornitura luce e gas.

Per questo puoi affidarti ai nostri tecnici specializzati, i Semplificatori, che ti aiuteranno a studiare e comprendere i tuoi consumi energetici per offrirti una soluzione personalizzata e per rispondere in maniera puntuale alle esigenze della tua azienda. Per saperne di più e avere una consulenza gratuita, contattaci subito.

 

 

 

—–
Per approfondire i dettagli del servizio a tutele graduali visita il sito dell’ARERA: www.arera.it/it/consumatori/finetutelapi.htm.